Vanna Iori

Sulla questione dei vaccini Red Ronnie è inqualificabile: non si gioca sulla pelle dei bambini

Sulla questione dei vaccini Red Ronnie è inqualificabile: non si gioca sulla pelle dei bambini
16/05/2016 | Categorie: I miei comunicati stampa, Minori, Sanità


Ritengo inqualificabili le parole di Red Ronnie che, nel corso dell’ultima puntata della trasmissione “Virus” su Rai2, ha affermato che è demenziale vaccinare i bambini: di demenziale c’è solo l’irresponsabilità di chi pensa di sottovalutare l’importanza salvifica dei vaccini e di giocare sulla pelle dei bambini.

Il sensazionalismo e la libertà di coscienza, in questi casi, portano a elementi di pericolosità sociale, mettendo a repentaglio la salute dei bambini e la corretta informazione che, distorta, induce alcuni genitori a scelte sbagliate e dannose.

Casi analoghi, come quello di Stamina, hanno messo in evidenza quanto sia pericoloso cedere a ragionamenti che travalicano il recinto scientifico e che fanno presa sulla disperazione delle persone: credo sia necessario informare correttamente i genitori e sostenerli nelle scelte a favore dei vaccini, non lasciandoli in balìa di informazioni contrastanti e fuorvianti.

Penso che la Rai, in quanto servizio pubblico, così come le diverse istituzioni, debba ribadire l’importanza dei vaccini e far sì che alcune posizioni, pur nel rispetto della diversità di opinione, siano inquadrate all’interno di un contesto dove il principio generale, quello cioè dell’importanza preventiva del vaccino, non può e non deve essere messo in discussione da allarmismi scientificamente infondati.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *