Vanna Iori

I maltrattamenti ai pazienti disabili sono inaccettabili: nelle strutture servono operatori qualificati

I maltrattamenti ai pazienti disabili sono inaccettabili: nelle strutture servono operatori qualificati
15/02/2016 | Categorie: Disabilità, I miei comunicati stampa


È inaccettabile quello che è avvenuto all’interno del centro di cura Aias di Decimomannu, in provincia di Cagliari, dove 14 operatori maltrattavano i pazienti disabili: per fortuna l’esposto di un dipendente ha fatto scattare l’intervento delle forze dell’ordine, ma è evidente che queste vicende riprovevoli vanno prevenute e sanzionate severamente.

Questo episodio, così come altri che hanno caratterizzato purtroppo le cronache recenti, mettono in evidenza la necessità di un controllo costante sulle attività degli operatori all’interno delle strutture di accoglienza: se dietro ai comportamenti violenti si cela una professionalità scarsa o nulla, è evidente che queste persone non possono ricoprire le mansioni richieste per la tipologia di strutture che ospitano persone in condizione di fragilità.

La cura delle persone che soffrono di una disabilità fisica o psichica richiede professionalità: l’improvvisazione, al contrario, può essere il preludio alla messa in atto di comportamenti violenti.

Sono convinta pertanto della necessità di una formazione e selezione più rigorosa nella scelta del personale e dell’allontanamento immediato nei casi in cui si tradisca il proprio mandato professionale verso coloro che hanno bisogno di una cura autentica.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *