Vanna Iori

L’azione dei militanti di Veneto Fronte Skinheads è un attacco indegno alla legge per lo ius soli

L’azione dei militanti di Veneto Fronte Skinheads è un attacco indegno alla legge per lo ius soli
25/11/2015 | Categorie: I miei comunicati stampa


Esprimo una forte condanna nei confronti dell’azione messa in campo dai militanti dell’associazione culturale Veneto Fronte Skinheads, vicina a Progetto nazionale, che  hanno appeso volantini e manichini con i colori della bandiera  italiana davanti alle sedi del Pd e della Caritas a Reggio e a Correggio.

È un attacco indegno a una legge, quella per il riconoscimento dello ius soli, che rappresenta un traguardo di civiltà perché valorizza i percorsi di inserimento lavorativo e scolastico avvenuti in contesti di integrazione e di accoglienza.

Le parole che hanno accompagnato questi gesti esecrabili, “Guerra ai nemici della nostra terra!”, denotano un sentimento  razzista che esprime chiusura e rischia di fomentare un odio pericoloso.

Chi alimenta la  paura del diverso con insulti lo fa perché non ha altre argomentazioni e mistifica la realtà.  Non a caso gli sfregi davanti alla Caritas e alla sede del Partito Democratico!

Respingiamo gli attacchi a quel  valore della solidarietà e della democrazia che hanno sempre fatto parte del nostro dna e che rivendichiamo con orgoglio.

Di fronte a questa barbarie non dobbiamo fermarci: porteremo avanti le nostre idee nella convinzione che il razzismo e l’assenza di tolleranza non possono trovare posto nella nostra società. Oggi più che mai dobbiamo rimanere umani, anche nei tempi bui.

 

veneto_fronte_skinheads_pd_reggio_bl




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *