Vanna Iori
Violenza maschile: gli alfabeti emotivi si imparano già nell’infanzia

Il Senato, all'unanimità, ha approvato la risoluzione sui Percorsi trattamentali per gli uomini autori di violenza; tratta di un passaggio molto importante perché afferma il principio che la violenza contro le donne non è un problema che riguarda solo loro, ma è una questione sociale e culturale che investe in grande misura la responsabil...
Leggi tutto...

Lavoro, i giovani non si accontentano

Il forte incremento delle dimissioni volontarie da parte di giovani neoassunti in mansioni impiegatizie, soprattutto in aziende del Nord, è un fenomeno che ha aumentato la sua dimensione significativamente dopo la pandemia: le occasioni e le offerte di lavoro non mancano, grazie alla ripresa del mercato e agli investimenti, soprattutto nella tra...
Leggi tutto...

Quel treno che ha calpestato il diritto all’inclusione

Ventisette ragazzi con disabilità, residenti a Milano, sono stati cacciati da bordo del treno perché i posti loro riservati sul convoglio Albenga-Milano erano stati occupati da altri passeggeri. Un assalto causato dalla soppressione di alcune carrozze danneggiate dai vandali che hanno ridotto la capienza complessiva del treno. Un'inciviltà suc...
Leggi tutto...

La pace è una scelta politica

La brutalità e la disumanità delle immagini dell'aggressione russa in Ucraina sono, nella loro inaudita ferocia, sconvolgenti per tutti. Una violenza di cui si fa fatica a parlare, anzi che è anche difficile pensare stia davvero accadendo, senza limite, contro donne, bambini e anziani. E ancor più restiamo allibiti davanti agli attacchi lanci...
Leggi tutto...

Il mio editoriale per la rivista INCONTRO

Qui il mio editoriale per la rivista degli amici dell’Università cattolica del Sacro Cuore “INCONTRO”. Ho l’onore di fare parte del Comitato di indirizzo dell’Istituto Giuseppe Toniolo, ente fondatore dell’Università. Quest’anno si celebra la 98esima giornata dell’Ateneo che è strettamente correlata alla beatificazione di Armida...
Leggi tutto...

Il Family Act è una sfida per i cambiamenti

Il Senato ha approvato le deleghe al governo volte al sostegno e alla valorizzazione della famiglia, rispetto alle quali la Camera aveva operato modifiche e integrazioni positive e importanti. Si tratta di un disegno di legge che ha la finalità di sostenere la genitorialità, divenuta sempre più complessa in relazione ai cambiamenti sociali e ...
Leggi tutto...

Per un nuovo sistema di accoglienza

Una delle drammatiche conseguenze della guerra di invasione russa è l'esodo della popolazione civile ucraina verso la salvezza in Europa. I profughi arrivati finora in Italia sono solo l'inizio di un fenomeno di ampie dimensioni che richiede interventi a più livelli. Il nostro è il primo paese europeo, dopo la Polonia, per presenza di cittadin...
Leggi tutto...

Come spiegare la guerra ai bambini?

Dopo due anni di pandemia che ha messo a dura prova i bambini e gli adolescenti con serie ripercussioni sulle emozioni, la capacità di relazionarsi, la naturale tendenza a guardare al futuro con ottimismo e speranza, è piombata, come un sasso lanciato dall'alto, una barbara guerra in piena Europa. Una guerra raccontata ogni istante attraverso la ...
Leggi tutto...

Quali risposte alla dilagante violenza giovanile?

La ministra Cartabia, in commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza, ha sottolineato l’importanza decisiva dell’educazione sul drammatico tema della violenza minorile e delle baby gang, oltre alle esperienze di messa alla prova e della giustizia riparativa per i giovani che sono detenuti, al fine di ricostruire un nuovo progetto di vita. ...
Leggi tutto...

Le relazioni di cura nella medicina territoriale

La medicina territoriale è un investimento centrale nel Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Servirà nei prossimi mesi, più che mai, visione e concretezza. Risorse e innovazione strumentale, ma anche investimenti sul capitale umano, sulla medicina di prossimità. I 7 miliardi del piano, destinati proprio alla medicina territoriale, ...
Leggi tutto...