Vanna Iori
Se la derisione delle fragilità diventa strumento di propaganda

Il giorno dopo la manifestazione del Pd a Piazza del Popolo, si è scatenata la solita ridda di fake news e derisioni assortite contro militanti, elettori ed esponenti del partito. Sul web sono state pubblicate foto, evidentemente false, di una piazza semi vuota a certificare la presenza dei "quattro gatti" evocati in tono sprezzante dal ministr...
Leggi tutto...

Se la politica del consenso vince sulla politica dello sviluppo

Il governo intende il cambiamento come un salto indietro nel tempo e la giustizia sociale come un'omologazione verso il basso. Questa impostazione, se applicata ai saperi, alla conoscenza e alla cultura, rischia di creare un drammatico corto circuito, producendo un arretramento che saranno le future generazioni a dover pagare. Del resto, la maggio...
Leggi tutto...

Dino Giarrusso? La competenza non è più una virtù

Il governo affida all'ex Iena Dino Giarrusso il controllo dei concorsi universitari come se la gestione di processi amministrativi complessi fosse il set televisivo di una gigantesca e permanente campagna propagandistica. L'uomo delle inchieste indagherà sul "torbido mondo" del reclutamento universitario: sembra il claim di un becero giustiziali...
Leggi tutto...

Il Ministero della Famiglia non può che essere plurale

Le profonde trasformazioni sociali hanno modificato la fisionomia familiare. Oggi esistono tante famiglie diverse che sono costantemente aumentate negli ultimi 30 anni. Ci sono genitori separati, alcuni "a distanza", altri acquisiti in successive unioni, genitori adottivi, single, affidatari, immigrati, coppie miste. Nel nostro linguaggio abbiamo i...
Leggi tutto...

Se il cattivismo si fa Stato

Cirasela è una bambina rom di un anno colpita da un piombino esploso da una pistola ad aria compressa. Rischia di non camminare mai più. La colpa di Cirasela, il cui nome in italiano sarebbe ciliegina, è di essere una piccola rom e la sua sfortuna di vivere nell'epoca dei censimenti, dell'odio feroce verso il diverso, del cattivismo che si fa ...
Leggi tutto...

Bussetti e la sfida delle emergenze educative

Il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti è stato al Senato per illustrare le linee programmatiche che intende articolare nel corso del suo mandato e ha discusso, soprattutto, dei diversi aspetti della "Buona Scuola", di precariato, alternanza scuola-lavoro, sport. Si è soffermato poco, o solo di sfuggita, su un tema che oggi è cruciale e ...
Leggi tutto...

La realtà oltre la demagogia e la paura

Il 18 giugno il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha annunciato un censimento su base etnica dei rom in Italia, raccogliendo consenso in larga parte di un'opinione pubblica sempre più arrabbiata, risentita e assuefatta alla cattiva informazione. Ebbene, neanche un mese dopo questo chiaro pronunciamento di odio antizigano, il Consiglio regiona...
Leggi tutto...

Quali risposte alla povertà?

Nonostante la ripresa economica sia ripartita, l'indice di povertà assoluta è aumentato. Parliamo di 1,8 milioni di famiglie e quasi 5 milioni di persone che vivono in condizioni di indigenza. Un dato impressionante a cui, nella scorsa legislatura, abbiamo provato a dare una prima risposta con l'introduzione di una misura di contrasto alla ...
Leggi tutto...

America first, è finita la stagione dei diritti umani?

Esattamente come le vite dei 600 migranti di Aquarius, le urla disperate dei bambini rinchiusi in gabbia dall'amministrazione Trump, portano pacchi di voti. L'umanità non sta messa bene se le esistenze dei disperati sono utili a ottenere il consenso nel nome di una spregiudicata e violenta "tolleranza zero", inutile ad affrontare i flussi migrat...
Leggi tutto...