Vanna Iori

Le frasi del consigliere leghista sul femminicidio sono indegne, non può rappresentare i cittadini

Le frasi del consigliere leghista sul femminicidio sono indegne, non può rappresentare i cittadini
21/10/2017 | Categorie: Donne, Femminicidio, I miei comunicati stampa


Le considerazioni sul femminicidio espresse dal consigliere della Lega Nord a Trieste Fabio Tuiach sono indegne e inaccettabili: affermare che si tratta di un’invenzione della sinistra non solo non corrisponde palesemente alla realtà dei fatti, ma offende chi ha perso la vita per colpa di una violenza che è purtroppo una realtà sempre più presente nella vita di tante ragazze e donne.

In quel post, che è intriso di razzismo e di strumentalizzazione sulle unioni civili, Tuiach cita dati senza senso, minimizzando quelli relativi al femminicidio. Forse è bene ricordare al consigliere: secondo le elaborazioni Istat sui dati del Ministero dell’Interno sono state 149 le donne vittime di omicidi volontari nel 2016 in Italia. E se si esamina la relazione autore-vittima, di quei 149 omicidi di donne nel 2016 quasi 3 su 4 sono stati commessi nell’ambito familiare: 59 donne sono state uccise dal partner, 17 da un ex partner e altre 33 da un parente.

I numeri rendono ben evidente che il femminicidio è tutt’altro che un’invenzione e purtroppo investe molto spesso l’ambito familiare, dove a esercitare la violenza sulle donne è un parente, un partner o un ex fidanzato, a differenza degli omicidi verso gli uomini.

Gli investimenti – innanzitutto di natura educativa e culturale – che si stanno facendo nel nostro Paese hanno un valore straordinario e devono proseguire con sempre più vigore: il consigliere Tuiach, al contrario, dovrebbe chiedere immediatamente scusa perché chi esercita un ruolo nelle istituzioni dovrebbe dare l’esempio di tutela, non di certo utilizzare il femminicidio come uno strumento per invettive senza senso e offensive della dignità di tutte le donne.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *