Vanna Iori

Lido di Chioggia, la legge contro l’apologia del fascismo rafforza la tutela della democrazia

Lido di Chioggia, la legge contro l’apologia del fascismo rafforza la tutela della democrazia
10/07/2017 | Categorie: I miei comunicati stampa


Alla luce dell’inqualificabile spudoratezza del lido di Chioggia, la proposta di legge da oggi all’esame della Camera, presentata dal Pd, appare più che mai necessaria per rafforzare la tutela della democrazia e contrastare con più efficacia la propaganda del regime fascista e nazifascista.

La legge prevede che chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, la distribuzione, la diffusione o la vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.

Lo scopo di questa legge è introdurre nel codice penale una nuova fattispecie relativa al reato di propaganda del regime fascista e nazifascista per colpire comportamenti talvolta più estemporanei, come il cosiddetto saluto romano, che non possono essere derubricabili a un semplice fatto di folklore, così come tutta l’attività commerciale che ruota intorno alla vendita e al commercio di gadget , simboli o slogan esplicitamente rievocativi dell’ideologia del regime fascista o nazifascista.

Altrettanto importante è l’aggravante di pena derivante dall’aver commesso il fatto attraverso strumenti telematici o informatici, che consentono con pochi click di veicolare messaggi, immagini o simboli a un’immensa platea di destinatari, come attestano i numerosi siti web e le pagine Facebook.




Flavio Maiocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *