Vanna Iori

La legge per i minori migranti non accompagnati può migliorare la qualità dell’accoglienza

La legge per i minori migranti non accompagnati può migliorare la qualità dell’accoglienza
14/06/2017 | Categorie: I miei comunicati stampa, Immigrazione, Minori


Il primo “Atlante dei minori stranieri non accompagnati in Italia”, diffuso da Save the Children in vista della Giornata mondiale del rifugiato, racconta storie difficili fatte di guerre, povertà, violenza, soprusi e che hanno come protagonisti bambini sempre più piccoli: un minore straniero non accompagnato su sei che arriva in Italia ha infatti meno di 14 anni.

La legge approvata dal Parlamento può e deve migliorare l’accoglienza nel nostro paese. L’Atlante di Save the Children delinea alcune tendenze in atto che non possiamo ignorare: non solo l’età sempre più bassa dei minori migranti soli, ma anche il fatto che il numero delle ragazze è quadruplicato e che le stesse sono spesso vittime della tratta della prostituzione.

È evidente allora che l’accoglienza deve configurarsi sempre più come un’occasione innanzitutto di cura e assistenza emotiva per sanare le ferite del presente e per offrire a questi minori una possibilità di riscatto e di crescita concreta.

La legge per la tutela dei minori stranieri non accompagnati approvata dal Parlamento interviene sul lato preventivo per evitare la scomparsa di tanti minori che finiscono nelle mani della criminalità organizzata, della strada e del traffico di organi, ma prevede anche importanti strumenti come la figura del tutor: una piena attuazione delle misure previste dalla legge può e deve migliorare la qualità dell’accoglienza, che resta un dovere civile al quale nessuno può sottrarsi.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *