Vanna Iori

Il reddito di inclusione è un segnale concreto per le famiglie con bambini contro la povertà

Il reddito di inclusione è un segnale concreto per le famiglie con bambini contro la povertà
10/06/2017 | Categorie: Famiglia, I miei comunicati stampa, Infanzia, Povertà


I decreti attuativi per l’introduzione del reddito di inclusione (Rei), approvati ieri dal Consiglio dei ministri, rappresentano uno straordinario passo in avanti in quella strategia ad ampio raggio che mira a offrire un sostegno concreto a quelle fasce della popolazione italiana che vivono in una condizione di difficoltà e precarietà materiale.

Parliamo di una misura concreta, che prevede uno stanziamento complessivo di due miliardi l’anno, pari a un sostegno familiare compreso tra i 190 e i 485 euro. Particolare attenzione viene data alle famiglie con figli, ma anche a quelle con donne in gravidanza e figli con disabilità: verranno inizialmente privilegiati loro nell’erogazione dei fondi, seguendo una logica doverosa di intervenire laddove le situazioni di povertà sono rese più complesse dalla presenza di situazioni già di per sé impegnative.

Il Rei andrà a sostenere circa 660mila famiglie italiane di cui 550mila con minori: questo dato è una significativa espressione della volontà di combattere la povertà infantile.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *