Vanna Iori

Bisogna superare lo stallo della legge sull’omofobia e non sottovalutare le baby gang

Bisogna superare lo stallo della legge sull’omofobia e non sottovalutare le baby gang
17/05/2017 | Categorie: Diritti, I miei comunicati stampa


In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, il primo e più importante impegno che la politica deve assumere è quello di arrivare prima possibile al superamento dello stallo della legge, ferma in Senato dal 2013.

Occorre riattivare il percorso della legge. Sarebbe un altro tassello importante sul fronte dei diritti nel percorso che deve portare a spegnere ogni forma di discriminazione basata dell’orientamento sessuale.

Come hanno messo in evidenza diverse ricerche, il fenomeno della discriminazione per l’orientamento sessuale oggi è presente online e offline, caratterizzato in particolare da un sottofenomeno pericolosissimo, quello cioè delle baby gang: non dobbiamo sottovalutare questo aspetto e intervenire, in modo radicale, per stroncare sul nascere atteggiamenti e orientamenti violenti, che si sviluppano in contesti dove manca l’educazione al rispetto delle diversità.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *