Vanna Iori

Per combattere le mafie l’educazione alla legalità è una priorità per i giovani

Per combattere le mafie l’educazione alla legalità è una priorità per i giovani
21/03/2017 | Categorie: I miei comunicati stampa, Legalità


La Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie è una ricorrenza tutt’altro che scontata: le scritte contro don Ciotti e gli “sbirri” comparse sui muri del vescovado di Locri, luogo simbolo di questa giornata, sono riprovevoli e mettono in luce come condannare la mafia sia un atto tutt’altro che superfluo.

Legalità è sinonimo di benessere sociale: quando le leggi vengono disattese e a prevalere è la logica del malaffare e della criminalità organizzata, tutto il tessuto sociale risulta contaminato.

In questo contesto delicato chi paga lo scotto più grande sono i giovani: educare alla legalità è fondamentale per sviluppare in loro una coscienza pulita e responsabile. La grande partecipazione di giovani alla manifestazione di Locri dimostra che questa coscienza esiste: spetta a tutti, istituzioni in primis, coltivarla.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *