Vanna Iori

Buona Scuola, ora mettiamoci al lavoro sui reali diritti educativi

Buona Scuola, ora mettiamoci al lavoro sui reali diritti educativi
14/01/2017 | Categorie: I miei comunicati stampa, Scuola


Il via libera del Consiglio dei ministri a otto delle nove deleghe della Buona Scuola segna un passaggio fondamentale per una riforma cruciale e che interviene su molti piani.

Dal diritto allo studio all’inclusione scolastica, passando‎ per il sistema integrato di istruzione dalla nascita fino a 6 anni, solo per citare alcuni temi, sono tante le novità positive e innovative che introduce la riforma.

Ora ci aspetta il lavoro che darà vita alla parte più pedagogica della riforma, quella che riguarda i reali diritti educativi. Parliamo di un aspetto importante perché delineano le scelte che orientano l’istruzione nel nostro Paese e ne decidono lo sviluppo. Scelte rimaste in ombra in questo travagliato inizio dell’anno, ma che ora devono emergere pienamente.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *