Vanna Iori

Reggio, inaccettabile la multa umiliante a un ragazzo con sindrome di Down

Reggio, inaccettabile la multa umiliante a un ragazzo con sindrome di Down
06/10/2016 | Categorie: Disabilità, I miei comunicati stampa, Qui Reggio


Condanno con fermezza quanto accaduto a un ragazzo disabile, affetto dalla sindrome di Down, a Reggio Emilia, dove è stato multato e mortificato a bordo di un autobus perché in possesso di un biglietto non valido: il rispetto della dignità delle persone, a maggior ragioni di quelle più fragili, è un valore imprescindibile.

Lo sfogo del ragazzo con la madre, riportato da quest’ultima su Facebook, ha messo in evidenza tutto l’imbarazzo e la mortificazione vissuti dal ragazzo, che si è sentito diverso e in difficoltà a firmare il verbale perché non riusciva a stare in equilibro mentre il pullman era in movimento.

Come ha dichiarato la madre, quel ragazzo doveva essere trattato come tutti gli altri e quindi il controllore poteva chiedergli di acquistare un biglietto di differenza o anche intero: al contrario si è scelto di umiliarlo, facendo risaltare la sua disabilità in modo negativo.

L’attenzione dimostrata dalle istituzioni locali, a iniziare dal sindaco Vecchi, che ha annunciato l’annullamento della multa, è positivo: le barriere fisiche e culturali vanno abbattute e spetta a tutti impegnarsi quotidianamente perché ciò accada.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *