Vanna Iori

Lunedì 18 aprile a Piacenza per illustrare i contenuti della mia proposta di legge 2656

Lunedì 18 aprile a Piacenza per illustrare i contenuti della mia proposta di legge 2656
16/03/2016 | Categorie: Educazione, Iniziative e convegni


Lunedì 18 aprile 2016 dalle 9.30 sarò al Centro congressi “G. Mazzocchi” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza per illustrare i contenuti della mia proposta di legge 2656 durante il convegno “A cominciare dal titolo – Le professioni di educatore e pedagogista nella proposta di legge n. 2656”.

Da oltre vent’anni la professione di educatore e quella di pedagogista attendono di essere definite con criteri omogenei su tutto il territorio nazionale. Fino ad ora, infatti, queste professioni sono state penalizzate da una fragilità normativa e occupazionale. Occorre quindi potenziare il lavoro rivolto all’educazione in tutti gli ambiti in cui esso si espleta, anche per rendere i titoli di educatore e di pedagogista equiparabili e coerenti con quelli degli altri paesi europei sulla base dell’European Quality Framework.

La proposta di legge 2656, che mira a disciplinare le professioni di educatore e pedagogista, punta al riconoscimento di questi profili professionali, garantendo un’uniformità di formazione, competenze, ambiti occupazionali in tutto il territorio nazionale, in conformità alle corrispondenti figure europee.

Diversamente educatori e pedagogisti rischiano di rimanere in una condizione di minorità formativa, occupazionale, retributiva e anche scientifica. Una volta stabilita questa base ci si potrà muovere in direzione di ulteriori specifiche modifiche e miglioramenti. Ma l’importante, in questo momento, è approvare – possibilmente in tempi veloci – questo primo passo.

 




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *