Vanna Iori

Le mamme interrompano la catena che invita a pubblicare le foto dei figli su Facebook

Le mamme interrompano la catena che invita a pubblicare le foto dei figli su Facebook
23/02/2016 | Categorie: Genitorialità, I miei comunicati stampa, Minori


Rivolgo un appello alle tante mamme che in questi giorni stanno partecipando alla cosiddetta “sfida” su Facebook che prevede la condivisione di foto con i propri figli: interrompete queste catene perché, come ha messo in evidenza anche la Polizia postale, il rischio che questo materiale finisca nel circuito della pedopornografia in Rete è molto elevato.

Capisco e apprezzo quell’orgoglio di sentirsi madre che è alla base di questa iniziativa, ma circa la metà delle fotografie di minori che vengono pubblicate sui social network finiscono in mani sbagliate: non possiamo permetterci di correre questo pericolo.

La Rete ha straordinarie potenzialità e opportunità, ma è anche luogo di pericoli, per cui occorre cautela: auspico che questa “sfida” possa costituire un’occasione proprio per confrontarsi, anche su Facebook, sui temi veri della maternità che oggi invece arrivano alla ribalta delle cronache solo quando le situazioni drammatiche si sono già verificate.

Facciamo della Rete un luogo sano e responsabile: diamo il nostro contributo sbarrando la strada concretamente a chi vorrebbe utilizzare un valore affettivo primario, come quello per i figli, per fini inqualificabili.




Vanna Iori

Deputata del Partito Democratico | Componente della Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza | Componente e segretaria della II commissione Giustizia della Camera | Componente della VII commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *