Vanna Iori

Pedofilia, nessun luogo educativo è immune: è cruciale il ruolo dei genitori

Pedofilia, nessun luogo educativo è immune: è cruciale il ruolo dei genitori
11/02/2016 | Categorie: I miei comunicati stampa, Minori


La maxi-operazione che ha portato a undici arresti nell’ambito di un’inchiesta della procura di Brescia per pedofilia e prostituzione minorile rende evidente la necessità di tenere alta l’attenzione su un fenomeno che riguarda il contesto familiare in modo prioritario, ma che non rende invulnerabili neppure i luoghi educativi ritenuti sicuri dai genitori come possono essere gli ambienti ecclesiali o la piccola squadra sportiva o il campetto da calcio dietro casa.
I particolari che emergono da quest’ultima vicenda, dove si intrecciano pedofilia e prostituzione maschile minorile, sono preoccupanti: è essenziale che i genitori prestino maggiore attenzione a quei segnali di disagio che sono espressione di un abuso o, in alcuni casi, dell’incapacità del minore di non capire la gravità di alcuni comportamenti, dato che alcuni ragazzi organizzavano consapevolmente gli incontri con gli adulti attraverso le chat sul telefonino.
La dimensione educativa e culturale, in tal senso, è prioritaria. Se da una parte il comportamento degli adulti è riprovevole e non può che suscitare un sentimento di forte condanna, dall’altra è essenziale che i genitori vigilino maggiormente sui rischi che possono nascere in ambienti ritenuti tradizionalmente privi di pericoli.

 




Vanna Iori

Docente universitaria e Senatrice del Partito Democratico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *